La Montagnola: non è inaccessibile

image

Ieri, il Resto del Carlino ha aperto con il titolo ‘Allarme Montagnola, l’area è inaccessibile’ a seguito del ritrovamento, la scorsa notte, di una persona lasciata in fin di vita dopo un violento pestaggio. Un fatto grave, su cui le forze dell’ordine stanno indagando. Oggi, il giornale pubblica la mia risposta sulla situazione che riguarda il parco.

Certamente ci sono dei problemi nella zona e alcuni gravi episodi di criminalità delle ultime settimane non vanno affatto sottovalutati, ma mi permetto di dire che le cose in Montagnola negli ultimi anni sono notevolmente migliorate sia dal punto di vista della sicurezza sia dal punto di vista del decoro urbano.


Il presidio costante della società civile in collaborazione con il Comune, attraverso le attività che Antoniano e Arci svolgono di giorno e di sera, ha contribuito notevolmente. Per la prima volta le due associazioni insieme hanno avuto una convenzione quadriennale e un finanziamento per dare continuità.

Oggi è sicuro portare i propri figli a giocare nel parco o ai centri estivi in Montagnola, è sicuro fare jogging come molti fanno, così come è sicuro frequentare la rassegna Jazz in Montagnola che proprio ieri sera contava 200 persone sedute ad ascoltare e conversare traquillamente. Anche il lavoro generoso che la gestione Hotel i Portici sta facendo lungo la terrazza e la propria parte di scalinata del Pincio ha contribuito molto.

La vicinanza con la Stazione non ha mai aiutato, ci sono ancora molti anfratti e zone buie dietro all’Autostazione e questo agevola la presenza di persone malintenzionate. L’amministrazione comunale è intervenuta tra il 2012 e il 2013 con azioni importanti di riqualificazione internamente al parco, rifacendo aree verdi, sentieri e migliorando la visibilità e l’apertura degli spazi. Inoltre, l’approvazione del piano di riqualificazione dell’Autostazione garantirà un investimento importante per trasformare tutto il lato Montagnola verso i viali che oggi rappresenta probabilmente ancora la falla dalla quale entrano le problematiche.

Si può fare di più e meglio, in particolare in questo periodo estivo nel quale la città si svuota e l’impegno delle forze dell’ordine è senza dubbio fondamentale per il controllo dell’ordine pubblico. Detto tutto questo, una cosa è preziosa per combattere il degrado: la partecipazione dei cittadini. La moneta buona scaccia la moneta cattiva, per questo da due anni a questa parte cerchiamo di riempiere il parco di attività. Non torniamo indietro per favore. La Montagnola è accessibile ed uno dei più bei parchi di Bologna.


One Comment on “La Montagnola: non è inaccessibile”

  1. […] del Parco della Montagnola e la zona Universitaria. Dobbiamo nuovamente chiamare a raccolta tutti. Rileggevo quanto scrissi nel 2013 in questo stesso blog sempre a seguito di altri espisodi […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...