Portici patrimonio dell’umanità UNESCO: il progetto per curare la città

Portici home Luciano Leonotti finaleCandidare i Portici al riconoscimento di patrimonio dell’umanità UNESCO non è uno scherzo. Questa mattina abbiamo presentato per la prima volta un progetto complessivo dedicato alla cura e alla valorizzazione del patrimonio rappresentato dal sistema dei 42 km di Portici di Bologna. L’obiettivo principale è quello di mettere in campo un insieme di iniziative che in primo luogo puntino alla pulizia e alla manutenzione di un bene prezioso per la vita quotidiana della città. Infatti, i Portici sono la principale infrastruttura pedonale bolognese, uno spazio pubblico ricco di iniziative commerciali, percorsi culturali, religiosi, siti di interesse turistico. La nostra strategia si riassume in 5 parole chiave: cultura, tecnologie, partecipazione, pulizia e investimenti. Raggiungere l’importante riconoscimento UNESCO sarà la meta finale ma quello che conta è il cammino, cioè se nel frattempo saremo riusciti a rendere la nostra città più vivibile e bella… “Portici all’altezza dei cittadini bolognesi”.

Dal 2006 il portico di San Luca e il sistema dei portici di Bologna sono inseriti nella Lista propositiva italiana dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, e tale candidatura è stata riconfermata nelle ultime liste propositive dove sono state ridotte le candidature potenziali. Il Comune ha il compito di guidare la cabina di regia composta da altri enti e istituzioni per ottenere il riconoscimento definitivo. A tal proposito si sta preparando un dossier di candidatura, che evidenzierà l’eccezionalità mondiale dei portici di Bologna come patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Il lavoro della candidatura va nella direzione di valorizzare il portico non solo come manufatto di qualità architettonica, divenuto nei secoli cifra della città, ma anche nei suoi significati sociali, comunitari, antropologici; luogo di incrocio fra pubblico e privato, strada, commercio, artigianato, professione e abitazione; luogo di incontro, spazio protetto: “bene comune”.

Le iniziative del “Progetto Portici”

Il progetto


One Comment on “Portici patrimonio dell’umanità UNESCO: il progetto per curare la città”

  1. Ermanno Tarozzi scrive:

    Un grande progetto. Lavoriamo tutti per la sua attuazione. I Portici sono patrimonio dell’umanità in tutti i sensi, sul loro valore architettonico, per il loro valore culturale (ogni occhio di portico ha la sua storia) per il loro valore , oso dire, di sinistra.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...