indexL’appello che noi facciamo e’ sicuramente al Governo affinchè intervenga per sostenere i lavori in questa fase, per cercare di stimolare possibili compratori, ma facciamo appello anche agli imprenditori e all’economia del nostro territorio, oltre che alle imprese che ci possono essere a livello nazionale. Ho risposto così, questa mattina ad un’interrogazione della consigliera della Lega Nord Mirka Cocconcelli sulle Officine Rizzoli. L’asta per l’acquisto dell’azienda, dichiarata fallita a gennaio, due giorni fa è andata deserta. Insieme al Comune di Budrio e alla Provincia di Bologna stiamo seguendo questa situazione. Sono stati molti gli incontri anche con il ministero del Lavoro e sono stati attivati gli ammortizzatori sociali.

Il punto fondamentale e’ relativo al fatto che quella in questione non è un’azienda che fallisce per cause proprie, ha al contrario un business che funziona, è un’eccellenza a livello nazionale ed internazionale, è coinvolta tuttora in un progetto sul polo della protesica di Budrio. Le Officine Rizzoli, dunque, rappresentano una buona impresa che merita di essere salvata, i lavoratori sono ottimi professionisti che meritano di poter continuare a lavorare in questo settore per cui hanno e avranno sempre il nostro sostegno.