#RESETPD – rifondiamo il PD

resetIn questi giorni, abbiamo chiesto a gran voce che i grandi elettori del PD votassero come Presidente della Repubblica figure autorevoli come Romano Prodi o Stefano Rodotà, figure che un Paese normale non avrebbe faticato a riconoscere come rappresentative e credibili a livello nazionale ed internazionale. Abbiamo apertamente contestato ipotesi che non rappresentassero, a nostro avviso, la richiesta di cambiamento che viene dal Paese. Oggi, rispettiamo la scelta del Presidente Napolitano e lo ringraziamo per la sua disponibilità personale.

Alle elezioni del 24 e 25 febbraio non abbiamo votato per lo status quo, per “sopravvivere” ma per un governo capace di cambiare in profondita’ questo Paese.Al contrario, una parte del gruppo dirigente nazionale ha voluto bombardare il PD per farlo esplodere e impedire il rinnovamento, come se il partito fosse cosa propria. Lo ha fatto con cinismo e col fare dei codardi. Il PD se lo e’ voluto portare via una generazione sorda e incapace, mentre milioni di cittadini italiani guardavano a loro con un sentimento misto di speranza e indignazione. A questi noi diciamo NO!Non ucciderete il PD, non ve lo permetteremo. Noi ricostruiremo il Pd dalle fondamenta, lo renderemo coraggioso, netto e radicale nelle scelte, ma non meno inclusivo di punti di vista differenti.

Basta divisioni per correnti con nome proprio di persona o appartenenze diverse da quella democratica. Ora è il momento di fare davvero il PD ed è compito di una nuova generazione guidare questo percorso.

Sei anni fa non abbiamo scelto di dirci Democratici per arrivare a questo misero punto, ma per costituire una grande forza popolare, con il compito di mobilitare le energie, le competenze e i valori del popolo della sinitra italiana, per rimettere il paese in cammino e fare un’Italia nuova.

Noi rifonderemo il PD e lo porteremo nelle città e tra le gente, prima ancora che al governo. Faremo così, perchè non c’è movimento politico democratico che possa cambiare il mondo senza tenere per mano le persone che rappresenta.

#RESETPD

Mercoledì 24 aprile, alle ore 18:30 presso la sede del PD Bolognina di Piazza dell’Unita’ è autconvocata un’assemblea di cittadini intenzionati a battersi per rifondare il Partito Democratico. Porteremo con noi la Costituzione e la Carte dei Valori del PD.
Tutti potranno intervenire liberamente a microfono aperto.

Matteo Lepore, Luca Rizzo Nervo, Benedetto Zacchiroli, Francesco Critelli… e tutti quelli che vogliono starci.

APPROFONDIMENTO: intervista a Radio Fujiko


6 commenti on “#RESETPD – rifondiamo il PD”

  1. tommaso scrive:

    Credo che rifondare il PD sia ormai impossibile. L’anima democristiana e quella ex-comunista non possono stare insieme. Avevano un motivo solo, che era combattere berlusconi in un sistema maggioritario. Ora questa possibilità c’è stata, più volte e più volte la dirigenza del PD ha preferito abbozzare e mai concludere la propria missione, forse consapevoli che se il nemico fosse scomparso anche loro avrebbero rischiato la fine. Io sono stato fedele, votando il PD come prima ho votato tutte le incarnazioni dal PCI in avanti. Ma adesso basta. Non ne posso più di un partito cosi. Ringrazio per il (poco) buono che è stato fatto e comincerò a guardami attorno, SEL per primo. Ho bisogno di un partito di sinistra, non di un partito di centro. Adios

  2. benny scrive:

    ma per favore. siete sempre gli stessi. che volete rifondare!!!! siete già vecchi e non anagraficamente: siete logorati dai tatticismi e dalle strategie, dai sotterfugi, dalle clientele, dalle reti sociali che vi incastrano e vi rendono ricattabili.
    siete già morti prima ancora di nascere. Con le sole vostre forze non avete fatto nulla nella vita, siete dei privilegiati e tutto quello che avete fatto è dovuto alla politica. Rizzo Nervo e Critelli nemmeno una laurea sono stati capaci di prendersi. ma per favore, siete più vecchi di Rodotà

  3. tommaso scrive:

    non mi metto a difendere nessuno, ma questo genere di commenti ha un sapore di invidia e m5essismo che fa luce.. suvvia. Non è questa una risposta. Si può commentare e discutere, ma questo commento è … patetico caro benny

  4. antonio scrive:

    Benny ha colpito al cuore del problema come d’altronde nelle stesse ore faceva Andrea de Pasquale sul Corriere della Sera Bologna.

    Cosa vogliono rifondare Lepore che lavora in Legacoop graziie alla politica, Rizzo Nervo che ha inanellato una serie di incarichi amministrativi e politici grazie al partito e Critelli che ha fatto si e non un paio di mesi di lavoro in UNipol grazie sempre al partito.

    Si cambia con gente vera che si è messa in discussione nella vita facendo sacrifici e ottenendo quel poco o tanto che ha con le proprie forze, non certamente con questi privilegiati-raccomandati. Non siete credibili perchè da soli non avete saputo far nulla nella vita.
    Viene il sospetto forte che siate in politica solo per interessi personali. Senza politica cosa fareste ora????

  5. Matteo scrive:

    Cari Benny e Antonio, ma che ne sapete voi della mia vita? parlate di cose che non conoscete e francamente non ho motivo per replicare a voi e De Pasquale. Fate politica con argomenti non con la delazione. E’ meglio.

  6. […] le persone che ieri hanno raccolto il nostro appello a resettare il PD. Molti ancora oggi ci stanno scrivendo e chiamando. Non ci fermiamo, continueremo […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...