Assemblea generale di Eurocities a Nantes: sulle orme di Jules Verne

Si è svolta a Nantes, Francia, l’assemblea annuale del Network Eurocities. Dal 7 al 10 novembre, 130 città aderenti si sono ritrovate per eleggere come loro nuovo presidente la Sindaca di Vienna Hanna Gronkiewicz-Waltz, approvare il bilancio e ratificare la scelta dei nuovi sei presidenti dei Forum tematici, tra i quali il Forum Cultura guidato proprio da Bologna. Sono inoltre stati eletti i nuovi componenti del Comitato Esecutivo che ha il compito di guidare la rete nelle sue decisioni amministrative (per l’Italia è entrata la città di Torino, sostituendo Genova). La tre giorni di Nantes era dedicata alle parole d’ordine “innovazione, inspirazione e coinvolgimento” per riflettere sulle politiche urbane. In questi tempi difficili anche le città hanno bisogno di una nuova visione tanto quanto l’Europa. Dobbiamo migliorare i nostri processi politici e trovare nuovi modi per soddisfare le esigenze dei cittadini, sapendoci assumere maggiori responsabilità a livello locale e nazionale. Le aree urbane in molti paesi sono alle prese con riforme istituzionali di livello metropolitano e  si stanno preparando al prossimo ciclo dei fondi strutturali.

Molto interessanti le cose che ci hanno mostrato i colleghi di Nantes. Davvero magico l’elefante meccanico che ha rilanciato l’identità della città post-industriale distrutta dalla crisi produttiva degli anni’80-’90 e oggi riemersa come polo creativo. L’elefante è un colosso di 7 metri, fatto di ferro e legno, animato da bracci meccanici e guidato da due ingegnosi “ammaestratori”. Un’attrazione turistica ma anche un laboratorio a cielo aperto di creatività, tecnologie e cittadinanza. L’elefante riposa di notte negli ex cantieri navali Frabrique e scorrazza di giorno per la Ile de Nantes sotto gli occhi estasiati dei bambini della zona.

Le Macchine dell’Isola di Nantes sono un insieme di animali meccanici costruiti dove un tempo c’erano i cantieri navali della città francese. Ci sono l’elefante, la manta, il calamaro gigante, il granchio, tutti costruiti per muoversi e portare a spasso i visitatori. I progettisti si sono ispirati dalla fantasia dello scrittore Jules Verne (nato a Nantes e Assessore della città), spaziando tra la cima degli alberi, nella savana e negli abissi marini per poi costruire un bestiario di macchine animate che evadono dall’atelier per esplorare il territorio circostante. Il Grande Elefante, i Mondi Marini e l’Albero degli aironi sono sculture urbane aperte al pubblico, delle porte che si aprono sul sogno e sul viaggio, conferendo all’isola il mistero dei tempi in cui i vascelli venivano lanciati alla scoperta degli angoli remoti del mondo. Davvero incredibile…

Nella giornata conclusiva dell’Assemblea, i nuovi presidenti dei Forum tematici sono intervenuti per presentare una pochi minuti l’agenda dei lavori delprossimo anno. Per quanto riguarda il Forum Cultura, riporto qui una sintesi di quanto ho presentato d’accordo con le altre città.

“Prima di tutto vorrei scusarmi a nome di Mary Ann Schreurs, Assessore di Eindhoven e presidente uscente del Forum Cultura assente per motivi familiari. Desidero ringraziare lei, il suo staff e la città vice presidente di Dortmund, per il grande lavoro che hanno svolto.
Sono molto contento di questo nuovo ruolo la che mia città andrà a ricoprire. Lavoreremo in stretta relazione con Ghent, nostra città partner in molti campi, eletta alla vicepresidenza.
Nel 2012 le priorità del Forum sono state:

  • I futuri programmi di finanziamento europei per la cultura
  • L’accesso alla cultura
  • La cultura come motore per lo sviluppo urbano.

Abbiamo profuso molti sforzi nel fare in modo che le città potessero beneficiare del programma Europa creativa, una fonte di finanziamento per gli attori culturali locali nel periodo 2014-2020. La discussione è ancora in corso su questo programma, ma il ruolo della cultura come motore di sviluppo economico e attrattività delle città è già stata riconosciuto dalle istituzioni europee.
Nel corso della riunione di Utrecht, ad aprile, abbiamo discusso il tema delle connessioni attraverso la cultura e della cultura al centro di piani a lungo termine per lo sviluppo urbano. Ciò richiede una forte cooperazione trasversale tra l’Assessorato alla Cultura e tutti gli altri servizi delle città.
Due settimane fa a Monaco di Baviera si è parlato di memoria e l’identità delle città, con un focus particolare sulle periferie.

Il forum Cultura dispone di 5 gruppi di lavoro incentrati su:

  • I giovani e cultura
  • L’accesso alla cultura
  • Mobilità degli artisti
  • Ricerca di nuove risorse per la cultura
  • Industrie creative

Durante l’estate abbiamo distribuito un questionario tra i membri ed i risultati ci hanno aiutato a definire le nuove priorità per il 2013:

  1. Innovazione e cultura – L’innovazione nella cultura ha bisogno di essere al tempo stesso tecnologica e non teconogica. Per tecnologica si intende il patrimonio culturale e l’ICT, i nuovi media e la cultura, la cura del patrimonio per il futuro. Quindi la tecnologia come un mezzo e non un fine. Con innovazione non tecnologica si intende l’innovazione sociale che è legata al fatto che le nostre città sono incubatori di innovazione dal basso.
  2. Nuovi modelli di finanziamento per la cultura – Nella recessione economica e in un quadro di drastici tagli ai bilanci delle città abbiamo bisogno di ripensare i modelli di finanziamento. Questo potrebbe essere fatto attraverso partenariati pubblico-privati, la raccolta di fondi innovativi e attraverso un migliore utilizzo delle fonti esterne, come i programmi europei, che devono essere rimodellati sulle nuove esigenze del settore culturale e creativo.
  3. Nuovi modelli di governance per la cultura – Le città europee sono già in fase di ripensamento dei modelli di governance, in generale, e tale ripensamento è particolarmente necessaria nel campo della cultura. Questi temi saranno affrontati sia nel lavoro complessivo del forum e anche all’interno dei nostri gruppi di lavoro”.

I prossimi appuntamenti del Forum Cultura nel 2013 si svolgeranno a Firenze e a Danzica, rispettivamente scelte per confrontarci su valorizzazione dei Beni Culturali e ruolo delle Città metropolitane. Come presidenti del Forum cureremo insieme alle città ospitanti l’organizzazione dell’agenda dei temi e i gruppi di lavoro.

______________________

Preventivo della missione a Nantes: la mia segreteria ha preventivato 750 euro circa, per volo andata e ritorno con scalo e tre notti. Le spese sono state sostenute da me e, al rientro, saranno rimborsate presentando un consuntivo con ricevute allegate. Riporterò sul blog quanto effettivamente liquidato.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...