#orgoglioemiliano … siamo ancora in piedi

Scrivevo il 31 maggio: “In queste ore sto ricevendo diverse segnalazioni di persone e turisti che avevano in programma di venire a Bologna e che stanno chiedendo rassicurazioni sulla situazione in città. Alcuni hanno anche cancellato incontri e prenotazioni per paura del terremoto. Vorrei rassicurare tutti costoro che Bologna è in piedi e sicura! resistiamo caparbiamente insieme a tutta l’Emilia… quindi venite a Bologna e non abbiate paura. Il mio è un appello anche ai mezzi di informazione affinché facciano passare questo messaggio. I giornali hanno il dovere di cronaca e devono raccontare la tragedia che sta colpendo molti comuni emiliani… credo sia altrettanto doveroso per loro fornire un quadro realistico che non descriva l’Emilia come una terra distrutta … il modo migliore per aiutare le popolazioni colpite e i Sindaci che stanno lavorando incessantemente per gestire la situazione è quella di dare messaggi di fiducia e di speranza. Abracciamoci, come ha scritto qualcuno, ma facciamolo davvero!”

Lo penso ancora… tanto è vero che venerdì 1 giugno interevenendo in Consiglio Comunale, al termine di una lunga relazione sulle nostre azioni sui controlli e azioni riguardo al terremoto, sono nuovamente intervenuto sul tema invitando la policitca e i media a collaborare per rompere la cappa di sfiducia che cerca di avere la meglio su ni noi…

Nonostante le risposte avute dai giornali, alcune razionali e misurate, altre davvero inqualificabili… continuo a pensarla nello stesso modo.

#orgolioemiliano #ancorainpiedi

Un’immagine per raccontarlo anche sui socialmedia.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...