A Forum PA: qualche idea (intelligente?) per fare detonare le città

In qualità di Presidente della Commissione Innovazione e tecnologie di ANCI, sono intervenuto ieri a Roma all’interno di Forum PA in apertura della giornata di studio e approfondimento dedicata all’impegno degli enti locali per le smart city e smart community. Grande attenzione per SMART City Exhibition, organizzata in collaborazione con BolognaFiere, in programma dal 29 al 31 ottobre 2012. Come rappresentante di ANCI ho ripreso l’impegno dell’associazione sul progetto paese per l’innovazione urbana, che tiene insieme il tema delle città intelligenti e il lavoro della cabina di regia sull’Agenda digitale. L’occasione è stata davvero interessante per ascoltare membri autorevoli del governo e soprattutto il keynote speech di Carlo Ratti (Associate Professor of the Practice and Director, – SENSEable City Laboratory, MIT, Cambridge MA, USA) che qui sopra si presenta. Nel mio intervento, tra le altre cose, mi sono pemesso di porre due questioni politiche di fondo…

1) Il governo Monti e i suoi ministri hanno collocato Smart City e l’innovazione al centro del loro “progetto paese” che ora dovrà prendere quota con bandi e finanziamenti, ma che rappresenta comunque una scelta politca importante. Possiamo fare in modo che alle prossime elezioni e con il prossimo governo non si riparta da zero e che questo tema non ritorni ad essere materia per gli accademici? è materia della politica… batta un colpo quindi.

2) Cerchiamo la via italiana all’innovazione, non arrendiamoci a seguire solo le linee guida della commissione europea o dei vendor privati… non accettiamo un mero approccio tecnologico all’innovazione, se l’italia è la culla del rinascimento beh lo dobbiamo al pensiero, alla bellezza, al paesaggio e sì anche martello di Michelangelo. Nelle città abbiamo un patrimonio immenso di talenti, beni comuni fatti di risorse ambientali e dati/bit, cultura, edfici abbandonati, start up e imprese.

La sfida è in mano alle città, ma anche le città hanno bisogno di un detonatore:

– rinnovare le classi dirigenti e valorizzare i talenti

– disegnare e riconoscere le nuove mappe delle relazioni, dentro e fuori di sè

– scegliere di salvaguardare e valorizzare i beni comuni

– individuare nuovi strumenti finanziari e un nuovo ruolo del pubblico e del privato

– portare fuori dal patto di stabilità gli investimenti sulle infrastrutture abilitanti

– ridurre i livelli e abbattere i confini meramente amministrativi

– defiscalizzazione per gli investimenti strategici e esteri

– sperimentare progetti di giustizia telematica

– valorizzare il patrimonio pubblico e il demanio

… costruire una rete di città che credano in un’idea di sviluppo da radicare nella cultura del paese e pigiare l’acceleratore.

Ne vogliamo parlare?

_________________________________________

Preventivo della missione a Roma: la mia segreteria ha preventivato 120 euro, per aereo andata e ritorno Bologna-Roma in treno. Le spese sono state sostenute da me e, al rientro, ho presentato un consuntivo con ricevute allegate per ottenere il rimborso dovuto pari ad un ammontare che renderò noto sul blog.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...