Licenziamenti Fondazione Aldini Valeriani: la mia risposta al question time

Pubblico di seguito la risposta data ieri al Question time del Consiglio Comunale di Bologna, alla domanda del Consigliere Lorenzo Cipriani (SEL).

Ringrazio per la domanda perché ci permette di affrontare questo tema della Fondazione Aldini Valeriani nuovamente in consiglio comunale. A seguito della commissione che lei citava dell’ordine del giorno approvato all’unanimità, assieme all’assessore Pillati mi sono attivato per porre alla presidenza e alla direzione della Fondazione quelle che erano gli indirizzi del consiglio comunale. In diverse occasioni ho già avuto modo di esprimere la censura da parte nostra delle scelte che la direzione della Fondazione ha assunto rispetto al licenziamento delle tre persone di cui parliamo sopratutto per le modalità, il mancato preavviso, il trattamento che queste persone hanno subito, direi in modo particolare anche per l’assenza di un quadro complessivo di quelle che possono essere le strategie future della Fondazione Aldini Valeriani e la contestualizzazione di questo provvedimento al suo interno. A seguito dell’incontro con i sindacati, CGIL, CISL, UIL e UsB, da parte nostra abbiamo richiesto una riunione del CDA della Fondazione, che si è svolta il giorno 16, nel corso della quale la dott.ssa Pepe, come rappresentante dell’amministrazione comunale, ha portato le istanze del Comune di Bologna.  Rispetto invece alla richiesta di informazione sulla posizione della Dott.ssa Pepe e dell’amministrazione nel momento in cui sono state prese le decisioni dei licenziamenti, va precisato che la Fondazione ha agito nella propria autonomia decisionale, la decisione non è stata oggetto di una preventiva autorizzazione dei soci fondatori né nel merito, né nella forma, tanto che l’amministrazione comunale, allora in gestione commissariale, è stata informata sui fatti, attraverso la dott.ssa Pepe, a decisione presa. Noi abbiamo nell’ultimo CDA mostrato il nostro disappunto per questo tipo di modalità e riportato quelli che erano gli indirizzi del consiglio comunale e chiesto che si apra un percorso nuovo, attraverso un tavolo con il coinvolgimento dei sindacati della Regione Emilia-Romagna, per trovare una soluzione lavorativa a queste persone e in secondo luogo che si arrivi presto a un chiarimento rispetto al futuro della Fondazione. Riteniamo necessario che si apra una discussione seria su quello che deve essere la gestione aziendale della Fondazione e sul futuro delle strategie degli enti di formazione nell’economia del nostro territorio. Mi sento quindi, non di tranquillizzare i lavoratori, perché la partita non è ancora chiusa, ma di tranquillizzarli almeno sul fatto che l’amministrazione comunale è al loro fianco e sta facendo di tutto per riuscire a trovare una soluzione lavorativa per loro e per riuscire a cambiare anche le  dinamiche gestionali all’interno della Fondazione Aldini Valeriani.


3 commenti on “Licenziamenti Fondazione Aldini Valeriani: la mia risposta al question time”

  1. Francesca scrive:

    Salve, spero che queste non siano solo parole, vista la difficoltà o praticamente l’impossibilità di trovare un impiego.

    A mio avviso i soci Fondatori dovevano essere informati prima di prendere la decisione, così come i sindacati e non ora cercare di dare una mano ai lavoratori che hanno perso il lavoro, ma andava evitata a priori.

    Inoltre, parlerei anche di tutti i lavoratori precari che sono stati lasciati a casa, più o meno direttamente, o per pressioni e demansionamento, quasi obbligati a non accettare rinnovi di contratto infimi e fasulli.

    E di parentopoli? E’ andata a finire nel dimenticatoio? Indagate su persone quali Romeo Castagna, Baldini e altri cari amici della direzione, così come altri protetti nullafacenti all’interno dell’azienda, invece che insabbiare tutto! Vergogna!

  2. Matteo scrive:

    Cara Francesca, il nostro impegno e’ una presa in carico seria della situazione. Nei prossimi gg mi aspetto risposte precise da parte della Fondazione a quanto ho detto e richiesto.

  3. Davide scrive:

    Ma quelle famose e precise risposte?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...