Una via o una piazza per Pier Paolo Pasolini

Martedì mattina, nel corso della conferenza stampa dedicata alla nuova edizione del Trekking Urbano a Bologna, ho rilanciato la proposta dei radicali di intitolare una via o una pizza a Pierpaolo Pasolini. Avendo sottoscritto una loro petizione, ho pensato di avanzare questa ipotesi in occasione della presenzazione del programma del Trekking Urbano  giacchè, tra i 70 itinerari dell’edizione 2011, uno è a lui dedicato. Non credo di dovere spendere molte parole a supporto di questa proposta. Pasolini è considerato uno dei maggiori artisti ed intellettuali italiani del XX secolo, ormai in modo bipartisan; è cresciuto a Bologna, città dove ha frequentato il Liceo classico Galvani e l’Università, formando parte del proprio amore per la letteratura. Attualmente, esiste un parco a lui intitolato nella zona del Pilastro, ma, senza nulla togliere al quartiere, credo sarebbe bello trovare uno collocazione anche in una zona più centrale. Su questo obiettivo lavorerò nelle prossime settimane insieme all’Assessore alla Cultura Alberto Ronchi.

Dopo la tragica scomparsa del poeta-regista, l’attrice Laura Betti ha fondato l’Associazione Fondo Pier Paolo Pasolini, con l’intento di diffonderne l’opera attraverso un’attività che si articola sistematicamente in retrospettive, pubblicazioni e convegni internazionali. Alla fine del 2003, Laura Betti ha deciso di donare l’intero archivio al Comune di Bologna e costituito il Centro Studi – Archivio Pier Paolo Pasolini. In seguito alla morte della Betti, avvenuta nell’estate del 2004, il fratello Sergio Trombetti ha voluto che trovasse appropriata collocazione accanto al Fondo Pasolini la “Donazione Betti”, comprendente fotografie, testi e oggetti personali che documentano l’estroso itinerario artistico della grande attrice bolognese. Dal 2003, questa vasta documentazione ha trovato dimora negli spazi della Biblioteca “Renzo Renzi” della Cineteca, dove sono conservati più di 1200 volumi (comprendenti le diverse edizioni dei libri di Pasolini e gli studi monografici e miscellanei a lui dedicati), oltre ad un archivio di fotografie, audiovisivi, riviste, cataloghi, ritagli stampa, tesi di laurea, documenti audio, registrazioni di convegni, dibattiti, interventi e programmi radiofonici.


One Comment on “Una via o una piazza per Pier Paolo Pasolini”

  1. […] ha inaugurato la grande retrospettiva Il cinema eretico di Pasolini… avanti quindi con la proposta che aevamo raccolto dai […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...