Bologna, in 5mila per #FreePatrickZaky

zakyA Bologna cinquemila persone sono scese in strada per chiedere la liberazione di Patrick George Zaky, lo studente dell’Università di Bologna detenuto ingiustamente in Egitto.

Vogliamo la sua liberazione e la massima mobilitazione diplomatica da Governo Italiano e Stati europei.

Leggi il seguito di questo post »


Un anno di Patto per la Lettura a Bologna

Schermata 2020-02-18 alle 10.57.15Da un anno a Bologna lavoriamo insieme a oltre duecento realtà per promuovere in modo continuativo, trasversale e strutturato la lettura e la conoscenza in tutte le loro forme.

Ieri abbiamo presentato la nuova piattaforma web che racconta e valorizza il mondo della lettura nella nostra città: pattoletturabo.comune.bologna.it

Ne parlo in questo video.

Di seguito la rassegna stampa di oggi, con gli articoli de Il Resto del Carlino Bologna, La Repubblica Bologna e Corriere di Bologna che parlano del Patto per la Lettura e del percorso della nostra città.
Leggi il seguito di questo post »


Una giustizia dal volto umano

cartabiaUna giustizia dal volto umano.

Questa domenica, la Presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia ha rilasciato una lunga e profonda intervista a La Repubblica.

Vi invito a rileggerla. Ruota attorno all’articolo 27 della nostra Costituzione, in particolare al passaggio nel qual si dice che le pene non possono mai essere contrarie al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Leggi il seguito di questo post »


Bologna si mobilita contro l’odio

fiaccolata contro l'odio 2Bologna è una città che si mobilita e non sta ferma di fronte all’odio e all’ignoranza.

Una stella di David sul campanello di casa di un ex insegnante, discendente di una famiglia sterminata nella Shoah, a Bologna. Una svastica disegnata per la seconda volta su un disegno che parla di accoglienza sul muro del Liceo Copernico, sempre a Bologna. Scritte anche davanti a un’altra scuola, a Pomezia: “Calpesta l’ebreo”, con una stella di David e la croce celtica, e “Anna Frank brucia”.
Sono solo alcuni degli episodi avvenuti nell’ultima settimana.

Siamo stanchi. Stanchi di vedere come il fascismo, l’odio, l’intolleranza continuino a crescere, con sempre meno paura di nascondersi, di confondersi.

Leggi il seguito di questo post »


Free Patrick Zaki

1A Bologna continuiamo a chiedere il rilascio di Patrick George Zaki, ricercatore della nostra università arrestato il 7 febbraio al Cairo, dove era arrivato per una vacanza.

Patrick è stato più volte minacciato, colpito allo stomaco, alla schiena e torturato con scosse elettriche. È stato interrogato illegalmente per venti ore sul suo lavoro sui diritti umani, sullo scopo della sua permanenza in Italia e sui suoi legami con la famiglia di Giulio Regeni, come lui giovane ricercatore, ucciso in Egitto quattro anni fa.

Leggi il seguito di questo post »


Bologna, il nostro impegno sulla regolamentazione delle piattaforme turistiche

bolognaVenerdì, durante il Question Time del Consiglio comunale di Bologna, ho avuto modo di chiarire alcuni aspetti sulla regolamentazione delle piattaforme turistiche, a seguito del ritiro dell’emendamento, inserito nel Decreto Milleproroghe, per regolare il fenomeno degli affitti turistici tramite piattaforme digitali.

Il Comune di Bologna è impegnato da tempo sul fronte della regolamentazione riguardante le piattaforme digitali, in tutti i settori e in particolare per quanto riguarda gli affitti brevi. Anche a seguito delle conclusioni relative all’Istruttoria pubblica sull’emergenza abitativa nella nostra città, la Giunta ha intrapreso un percorso sia a livello politico sia a livello amministrativo a questo scopo.

Un impegno che intendo ribadire, ancora una volta.

Leggi il seguito di questo post »


Il nuovo Trust per l’Arte Contemporanea nella città di Bologna

trust blogIeri ad Artefiera abbiamo presentato un progetto importante per il sostegno dell’arte contemporanea del nostro Paese: Bologna dà vita al primo Trust per l’arte contemporanea.

È uno strumento di politiche culturali, molto diffuso nei paesi anglosassoni e da oggi anche nel nostro Paese, sostenuto da diversi soggetti privati del nostro territorio: insieme hanno deciso di istituire il trust, così divenendone i disponenti, e quindi contribuire in maniera concreta alla promozione dell’arte contemporanea, per migliorare il posizionamento internazionale della città di Bologna, ascrivendola nel novero delle capitali europee del contemporaneo. È la prima esperienza in Italia in questo campo, costituita da una pluralità di soggetti privati.

Leggi il seguito di questo post »